Sezione Giochi casinò - storia del Black Jack

Black Jack - la storia del gioco del Black Jack

La storia del Black Jack incomincia nel lontano XVII Secolo in Francia, dove un gioco chiamato Vingt En Un era largamente giocato nelle sale da gioco francesi. Vingt-En Un significa 21 in francese, evidentemente non il primo antenato del Black Jack, ma a cui il Black Jack rassomiglia in molti aspetti.

Infatti, Vingt En Un era molto simile al Black Jack, con solo alcune piccole differenze: per esempio solo il dealer era autorizzato a raddoppiare ed il sistema di puntate era che si doveva puntare dopo ogni giro a differenza del Black Jack moderno. Ma come nel Black Jack tradizionale e nelle altre varianti del Black Jack, anche nel Vingt En Un l'obbiettivo era di raggiungere un “naturale” o totale 21 usando il sistema di valutazione della mano del Black Jack.

Lo stesso nome Black Jack in inglese deriva da una particolare caratteristica del Vingt En Un,che era uno speciale payout quando si aveva una mano con un Fante o Asso di picche, la mano ideale nell'Vingt en Un.

Il Black Jack attinge anche dal gioco italiano “Sette e Mezzo”. In questo gioco, in cui si giocano le carte 7, 8, 9, l'obbiettivo è raggiungere il sette e mezzo. Le carte 7,8,9, valgono un punto, e le figure mezzo punto. Il re di denari funge da matta o wild card. Il Black Jack prende dal sette e mezzo il termine “bust, difatti se i giocatori passano i 7 e mezzo punti sballano.
Il Black Jack deve le sue fortune allo sbarco negli Stati Uniti dopo la Rivoluzione Francese. Al principio nessuna legge vietava il gioco d'azzardo e la popolarità si diffuse rapidamente.
All'inizio del XIX Secolo leggi restrittive misero al bando il gioco d'azzardo e anche il Black Jack entrò nel mondo dell'illegalità. Negli anni '20 in pieno proibizionismo divenne sempre più popolare, proprio perché vietato, e con gli anni ‘30 e la legalizzazione del gioco nel Nevada e la nascita di Las Vegas nel 1931 diventa un gioco che attirò sempre più ammiratori e anche l'attenzione di veri e propri scienziati.

Negli anni '50 e '60 statistici e matematici si dedicheranno al Black Jack usando statistiche, teorie e calcoli per “Beat the dealer” (Thorpe, 1963) titolo che ben riassume il grande successo del Black Jack nei casinò a livello mondiale.

Ma sarà l'avvento dei computer e l'internet che catapulterà negli anni '80 e '90 il Blackjack nel nuovo secolo. Celebri le gesta dell' MIT Black Jack Team, l'uso di simulatori e ovviamente la possibilità di giocare Black Jack online.

Sicuramente molta strada da un semplice intrattenimento giocato nel XVII secolo a gioco protagonista dei casinò online del futuro.
» Ritorno

Altri temi